La vita per chi gestisce pagine Facebook è diventata davvero dura. Facebook sta cercando di chiudere le risorse per chi cerca di ottenere visibilità in modo organico e quindi gratuito senza usare sponsorizzate o inserzioni. Ancora una volta il modo migliore per superare il muro dell’algoritmo di Facebook è scrivere contenuti di qualità mettendo in pratica 10 regole essenziali che lo stesso Facebook suggerisce per avere il massimo della visibilità senza sponsorizzare.

Secondo Facebook, in media, vengono filtrati 1.500 post quotidianamente sul feed di un utente medio su Facebook, ma solo 300 vengono fatti vedere nel feed di notizie dell’utente. Quindi, come avere la certezza che i tuoi contenuti siano inclusi in quei 300? Il miglior modo per farlo è conoscere bene i 10 elementi che ti aiuteranno ad avere il massimo della visibilità su Facebook.

Qualcuno potrebbe pensare che ho ideato io queste 10 regole, assolutamente no, è lo stesso Facebook che ci dice queste Best practice. Quindi se non vuoi spendere budget o se non hai budget, queste 10 regole saranno la tua Bibbia da portare sempre con te.

Voglio fare una precisazione, ad oggi il modo migliore per ottenere visibilità controllata ed efficace è quella di sponsorizzare (cosa che io faccio e farò sicuramente anche con questo post). Premesso questo, esistono 10 semplici regole da seguire per avere il massimo della visibilità anche senza dover pagare Facebook. Vediamole insieme…

#1 Coinvolgere i fan con le foto e o Video.

Sebbene Facebook abbia fatto di tutto per reprimere i post di foto con collegamenti o link, finora sembra che le immagini su Facebook rimangano tra i tipi di post più coinvolgenti. Questo non vuol dire che tu devi pubblicare solo foto, ma devi sapere che le foto raccolgono moltissimo coinvolgimento nella tua pagina Facebook aziendale e sembrano essere ben accetto dallo stesso algoritmo.

Stesso discorso vale per i video, oggi diventato l’elemento multimediale preferito da Facebook.

#2 Carica immagini di qualità.

Qui voglio aprire un file a parte. troppo spesso vedo foto con qualità davvero scarsa, vedo pagine aziendali orrende con foto prese e caricate senza averle controllate prima. Questo non devi farlo. Se devi caricare foto su Facebook è preferibile che vengano caricate con dimensioni specifiche che Facebook stesso indica per i post. Ecco la dimensione chiave che devi conoscere se devi caricare immagini:

Anteprima del link condiviso: 1200 x 628 px (attualmente viene caricato come 484 x 252 px, ma questa dimensione ti permette di mantenere l’assoluta qualità iniziale)

#3 Rimuovere i Link dal tuo contenuto.

Questa non mi piace tanto, ma Facebook non è mio e non detto io le regole. Se vuoi arrivare a più persone possibili, devi rimuovere eventuali url dal contenuto che stai condividendo nel tuo post. Non disperare, Qualsiasi utente può fare clic sulla miniatura condivisa o sul titolo generato dalla preview dell’URL inserito. Cliccando l’utente potrà essere portato alla pagina Web o a qualsiasi URL tu voglia, quindi non è necessario includerlo nel contenuto del proprio post. A Facebook non piace, vedi tu…

#4 Aumentare le parole del Post.

Secondo uno studio di TrackMaven, i post con tante parole ottengono doppia visibilità. Anche se questo non significa assolutamente che ogni post pubblicato dovrebbe essere un romanzo, ma chiarisce che i vari post dovrebbero essere preferibilmente lunghi 8e non corti come molti “GURU” dicono la fuori). Questo testimonia che nonostante tutto gli utenti di Facebook sono disposti a leggere se il contenuto è interessante e non noioso!

#5 Prova una diversa punteggiatura.

Sempre Secondo lo studio di TrackMaven, usi vari di punteggiatura su Facebook ottengono risultati diversi. Quindi vale la pena fare diversi test per capire quale funziona meglio con il tuo pubblico. Ecco quelli menzionati:

I post con hashtag (#) ottengono il 60% in più di interazioni in media.
I post con punti esclamativi (!) ottengono il 2,7% in più di interazioni in media.
I post che fanno domande (?) ottengono il 23% in più di coinvolgimento in media.

#6 Pubblica prima sul feed delle notizie e poi in un album.

Premesso che gli album su Facebook sono ottimi per tenere le foto organizzate, ne limita il coinvolgimento e quindi viene vista da meno persone. Ho personalmente fatto un test, ho totalizzato un coinvolgimento di zero su una foto aggiunta direttamente in un album. Tuttavia, se caricassimo la stessa immagine direttamente sul nostro feed delle notizie come aggiornamento, all’improvviso le interazioni salgono alle stelle. Consiglio di caricare prima nel feed di notizie e, dopo aver avuto qualche interazione e coinvolgimento inziale (di solito dopo circa cinque ore), si può caricare la foto in un album.

#7 Mantieni i titoli dei Link inferiori a 100 caratteri.

Quando carichi un link direttamente sul tuo feed di notizie, se il post originale ha un titolo lungo, assicurati di modificarlo prima della condivisione. Qualsiasi titolo superiore a 100 caratteri viene troncato quando viene pubblicato sulla tua pagina Facebook aziendale e quindi rende il messaggio principale non chiaro con risultati non desiderati.

#8 Pubblica dopo l’orario di lavoro.

Sempre Secondo lo studio di TrackMaven, i post pubblicati dopo le ore (17:00 – 1:00), ottengono l’11% in più di interazioni rispetto a quelle pubblicate durante il giorno (dalle 8:00 alle 17:00). Ottengono anche il 29% in più di interazioni rispetto a quelle pubblicate prima del lavoro (1:00 – 8:00). Questo ti fa capire che bisogna pubblicare i nostri post settimanali in momenti diversi, anche dopo che la gente ha smesso di lavorare (ipotizzando un target B2B).

#9 Pubblica nei fine settimana.

Allo stesso modo, lo studio fatto da TrackMaven ha scoperto che i post pubblicati di domenica ricevono il 25% in più di Mi piace, condivisioni e commenti rispetto ai post pubblicati di mercoledì, anche se meno del 18% dei post sono pubblicati nei fine settimana. Un modello simile lo troviamo con tassi di apertura delle e-mail, quindi sarebbe opportuno sperimentare la pubblicazione di Sabato e Domenica come avviene con l’invio della posta elettronica.

#10 Sperimenta con le Emoticon.

Secondo l’autorevole studio di AMEX Open Forum, le emoticon possono risultati diversi su Facebook:

I post con le emoticon ti permettono di aumentare le condivisione del 33%.
I post con le emoticon ti permettono di aumentare i commenti del 33%.
I post con le emoticon raggiungono una Visibilità maggiore del 57% rispetto a post senza.

Non male come numeri. Però fai attenzione, troppi emoticon potrebbero trasformare un contenuto di qualità in un contenuto SPAM o ritenuto troppo pubblicitario. Quindi dosa bene queste piccole armi.

10 regole che se ben seguite ti permettono di avere maggiori interazioni e coinvolgimento pur senza spendere soldi in inserzioni. Ovviamente questo richiede un maggiore lavoro in termini di scrittura e qualità del contenuto, raggiungere la viralità con post non sponsorizzati da una pagina è sempre più difficile. Però intanto metti in pratica le 10 regole e vedi che risultati ottieni. Se i numeri non dovessero cambiare di molto, puoi sempre giocarti la carta Inserzione a pagamento.

Queste ed altre regole le utilizzo nel mio Social Funnel, la Strategia ideata da me che ti permette di Trasformare gli utenti di Facebook in Clienti VERI e paganti. Il Social Funnel è una strategia innovativa che utilizza strumenti unici (ho ideato personalmente l’estrattore del pubblico) abbinati a strumenti conosciuti che la rendono l’unica strategia automatizzata per trovare lead e convertirli in clienti.

Noi creiamo i contenuti seguendo alcuni principi nuovi del copy e utilizzando alcune tecniche testate su tanti settori italiani con ottimi risultati. Il mio Social Funnel è l’unica strategia che ti garantisce il Risultato. Semplice, se non ottieni clienti ti viene fatto il rimborso. Sono l’unico nel panorama italiano del marketing ad offrire la Garanzia Soddisfatti o Rimborsati con un Servizio come questo.

In pratica o ti troviamo clienti o ti dobbiamo restituire fino all’ultimo centesimo. Tutto viene messo nero su bianco, non è una trovata pubblicitaria. Quindi se vuoi conoscere altri dettagli e segreti della mia Esclusiva Strategia Social Funnel, richiedi l’esclusiva Consulenza Gratuita che ti aiuterà a capire meglio le infinite possibilità che il Social Funnel offre da subito.

P.S. Rispetto ad altre strategie, il Social Funnel converte in media 4 settimane prima il cliente, questo vuol dire risultati prima e ritorno sull’investimento anticipato rispetto ad altri. Non male vero?

Che la Forza del Social Funnel Sia Con Te!

Ti aspetto al prossimo articolo, Giando 🙂