Il cambiamento è l’unica costante che devi tenere in considerazione quando si tratta di pubblicità sui social media. Le strategie e le tattiche che hanno funzionato bene quest’anno o nel mese scorso, diventeranno presto obsolete e, sfortunatamente, coloro che non apportano cambiamenti e usano lo stesso approccio per ogni campagna, non otterranno grandi risultati e quindi bruceranno soldi e tempo.

Il 2019 è stato un anno interessante, in cui abbiamo assistito alla continua crescita dei contenuti video, all’esplosione di formatori che vendono corsi e la conferma che i dati sono un aspetto fondamentale se vuoi realizzare la tua campagna pubblicitaria sui social media.

Nel corso del 2019, ho speso circa 500.000€ per la pubblicità sui social media e ci sono alcune tendenze e aspetti chiave che sono passate di moda o che non portano più risultati.

Sulla base di tutto quello che ho sperimentato, ecco 3 suggerimenti chiave per Migliorare i Risultati delle Tue Inserzioni Facebook oggi e nei prossimi mesi. In pratica se le tue inserzioni Facebook non generano risultati o se spendono budget inutilmente, allora qui trovi quello che fa per te.

#1 – Considerare l’aumento dei budget

Boom – partiamo subito con il tasto dolente per chi fa pubblicità sui social: il budget.

I canali social media sono diventati sempre più competitivi nel corso degli anni, in particolare Facebook e Instagram. Faccio pubblicità digitale da quando Facebook ha implementato le pubblicità e sono stato testimone dell’aumento dei costi che derivano dalla saturazione del canale.

Oggi, devi assolutamente considerare di aumentare il tuo budget se vuoi essere competitivo. E non sto solo dicendo di spendere di più perché sono un insignificante inserzionista, c’è una logica in questo approccio.

Tutte le piattaforme di social media stanno migliorando l’apprendimento automatico in ambito pubblicitario. Affinché queste macchine possano apprendere, hanno bisogno di dati e, man mano che si portano avanti le campagne pubblicitarie sui social media, raccolgono e aggregano dati alla ricerca di utenti che hanno maggiori probabilità di convertirsi e quindi comprare da te.

In sostanza, stai pagando per quei dati, quindi, meno soldi spendi, meno dati stai aggregando. Meno dati significa tempi di ottimizzazione più lunghi e un periodo di attesa più lungo per un ROI positivo.

Dai un’occhiata al tuo budget e assicurati di spendere il giusto (ne poco, ne troppo)

#2 – Acquisisci maggiore familiarità con il pixel

Ogni piattaforma di social media che offre pubblicità ha il suo pixel. Piccoli frammenti di codice che consentono ai siti Web di condividere dati con gli stessi social media per aiutare a ad ottimizzare le campagne pubblicitarie.

Il Pixel di Facebook, in particolare, è incredibilmente potente e dovrebbe essere utilizzato sempre. Questo purtroppo non accade, 7 inserzionisti su 10 non usano correttamente il pixel, quindi stanno sperperando soldi e dati.

Dalla creazione di segmenti di pubblico personalizzati alla creazione di conversioni personalizzate, essere esperti nella gestione del pixel è un must assoluto se vuoi che le tue campagne di siano competitive. Non solo l’accesso ai dati è sorprendente, puoi effettivamente dire a Facebook quale obiettivo vuoi ottimizzare. Questo è un ottimo modo per costruire un efficace Funnel di vendita.

#3 – Ottimizza su scala

Una delle cose più importanti che ho appreso è il potere di ottimizzare gli annunci e i set di annunci in modo rapido e su vasta scala.

Ciò significa tenere d’occhio il rendimento delle tue campagne, sia a livello macro che a livello micro, e eliminare quelle che non sono performanti o gli elementi che generano risultati a un costo superiore alla media.

A livello di macro, ti consiglio di assicurarti che tutti i tuoi annunci vengano eseguiti con il KPI desiderato. Qualsiasi set di annunci che non funziona o non genera risultati ipotizzati, deve essere disattivato per preservare il budget delle campagne con rendimento migliore.

Lo stesso vale per le micro-ottimizzazioni a livello di annuncio: non sentirti emotivo sulle tue creatività. Se un annuncio non sta generando risultati, deve essere chiuso o cambiato.

Il motivo principale qui è che Facebook spenderà comunque denaro anche con quelli che non generano risultati. Questi soldi spesi inutilmente si sommano nel tempo e possono danneggiare la tua performance a lungo termine. Quindi è importante ridimensionare i risultati per allungare la vita di ogni euro il più possibile.

Nessuno ha una sfera di cristallo, possiamo solo imparare dalle nostre esperienze passate per prevedere il futuro. Sulla base degli ultimi mesi pieni di soddisfazioni, lezioni, innovazioni e errori, questi sono 3 modi per portare la tua pubblicità sui social al livello successivo nei prossimi mesi o anni.

Oggi la differenza su Facebook in ambito pubblicitario viene fatta dai dettagli. fare pubblicità su Facebook è diventato complesso e costoso (se non sai come e cosa fare). Diventa fondamentale avere le giuste conoscenze o il giusto supporto, altrimenti ti ritrovi a combattere l’algoritmo senza ottenere un solo euro di guadagno.

Ecco perché è fondamentale saper scegliere il proprio consulente o agenzia quando si parla di pubblicità sui social. Se non vuoi rischiare di ritrovarti senza soldi e senza clienti nuovi, devi scegliere chi ti dimostra risultati con garanzie precise e chiare.

Esempio, se decidi di affidarmi il tuo Marketing su Facebook, ti assicuro un minimo di risultati. Ti spiego meglio, se il mio lavoro non ti porta risultati potrai richiedere il rimborso senza se e senza ma. In pratica ti offro la Garanzia soddisfatto o rimborsato.

In quanti fanno la stessa cosa in Italia? Ti rispondo io: nessuno. Chiediti il perché…

Se la tua pubblicità non genera risultati sui social, affidami il tuo marketing.

Che la forza dei Social Sia Con Te!

Ti aspetto al prossimo articolo, Giando 🙂