Secondo un nuovo rapporto di Google, ogni giono i malware colpirebbero 10 mila nuovi Siti Web, un fenomeno che espone gli internauti a varie tipologie di pericoli: dal furto d’identità alla sottrazione di numeri di carte di credito, dall’accesso indebito ai propri account fino alla perdita delle credenziali per l’autenticazione negli home banking.
Gli uomini di Google hanno voluto inserire le informazioni relative ai software dannosi e al phishing in un’apposita sezione, in questo modo i lettori potranno consultare una panoramica completa di quella che è attualmente la situazione complessiva della sicurezza sul Web. Mountain View ha deciso di rendere più ricco di informazioni il suo Transparency Report, un documento in cui il gruppo mette a disposizione i dati raccolti relativamente alla diffusione dei malware in Rete, alla rimozione di contenuti in violazione del copyright e alle richieste di accesso da parte dei governi.

La nuova sezione del report è il risultato di una campagna di monitoraggio e di sensibilizzazione per la navigazione sicura iniziato nel 2006, i dati elaborati saranno fruibili attraverso un’apposita mappa nella quale vengono indicate le aree geografiche che danno origine alla maggior parte delle minacce.