Oggi affronto un argomento molto trattato ma che spesso non trova risposte certe. Quanto deve essere lungo un Post sui Social? Io stesso ho testato per anni le due varianti (corto o lungo) e ho passato il tempo a contare le parole per capire quale funzionava meglio.

Dopo tanta fatica e lavoro ho finalmente trovato la risposta. Oggi la condividerò con te.

Facciamo un passo indietro: il marketing dei contenuti è diventato estremamente importante se vuoi acquisire clienti o vendere prodotti o servizi.

Per questo diventa sempre più importante creare contenuti utili e rilevanti per il proprio pubblico. Ma quanto sono lunghi i contenuti che funzionano? Quante parole deve contenere il post perfetto? Oggi proverò a darti la risposta definitiva.

Qui entriamo in un campo che divide molti e da molto tempo. Qualche anno fa giravano post corti perchè si diceva che la gente non leggeva e perdeva molto spesso l’attenzione. Poi qualche grande azienda ha iniziato ad effettuare ricerche più approfondite. Negli ultimi anni si sta andando verso il contenuto più lungo.

Ma il problema rimane: quanti caratteri o parole deve contenere il Post Perfetto da pubblicare sui Social? Dovrai pazientare ancora qualche secondo e presto scoprirai il numero esatto.

Voglio precisare che entrambe le soluzioni hanno pro e contro, ma uno è quello che produce maggiori risultati e in molti casi anche clienti migliori.

Se tu sei schierato o usi contenuti corti devi sapere che farsi notare con contenuti brevi è difficile. In particolare se i tuoi contenuti non hanno caratteristiche specifiche. Potrebbe essere molto difficile trovare un pubblico che apprezzi e condivida.

Altro aspetto negativo dei contenuti brevi: hanno vita breve. Questo significa che chi legge dimenticherà il contenuto molto presto e vorrà un nuovo contenuto breve.

E questo ci porta a dire che…

Forse la soluzione è il contenuto lungo, lo stesso Google a un certo punto ha iniziato a bandire i contenuti corti.

I contenuti lunghi portano sul sito visitatori molto più interessati e sono coinvolti per più tempo rispetto a  quanto facciano quelli brevi. Se scritti correttamente, i contenuti lunghi trasmettono la tua competenza su un argomento specifico e quindi sono un grande strumento per trasmettere autorevolezza.

Sui Social è la stessa cosa: anche se il contenuto lungo non riceve molte reazioni nel breve periodo, resterà comunque disponibile per aiutare un tuo potenziale cliente a risolvere il proprio problema.

Ma come detto prima, i contenuti lunghi sono più difficili da realizzare. Richiedono analisi, ricerca e molto tempo. Spesso l’errore che vedo fare è quello di annoiare gli utenti perché l’argomento viene stiracchiato per raggiungere molte parole.

Ecco perché solo il 15% dei contenuti presenti sul web superano le 1.000 parole.

Quindi arriviamo al punto del post. Dopo circa 2 anni di test e migliaia di contenuti realizzati per le più svariate aziende italiane, posso affermare con certezza che la lunghezza del post perfetto deve essere la seguente: tra le 1.300 e le 2.500 parole.

Ovviamente ho anche fatto diverse ricerche sul web confrontandomi con altre ricerche o analisi. Aziende autorevoli come Hubspot, Buffer e altre hanno confermato la mia teoria (ormai diventata certezza).

Hubspot ha condotto una ricerca e ha scoperto che tutti i suoi articoli avevano qualcosa in comune. Quelli più lunghi di 2.000 parole avevano più del doppio di interazioni rispetto a quelli con meno di 1.500 parole. Quelli con meno di 500 parole non venivano proprio condivisi.

Su un sito autorevole ho letto di una ricerca davvero interessante: è emerso che l’attenzione delle persone cala dopo 7 minuti (circa 1.800 parole).

Quindi se vuoi davvero creare più contenuti, portare traffico di qualità al tuo sito e generare più contatti, devi realizzare testi che si aggirano tra le 1300 e 2500 parole. Per esempio, 1300 è il limite imposto da LinkedIN per scrivere un post veloce, quindi trova il consenso anche dei social stessi.

Lo stesso Google mostra ai primi posti della ricerca contenuti lunghi e non brevi.

Ora resta solo un problema: come scrivere contenuti così lunghi se non lo fai come lavoro o se non sei un copywriter esperto?

La prima soluzione è affidarsi a professionisti. Considera che i contenuti sono lo strumento più importante per trovare clienti o vendere, quindi devono essere fatti bene. Investi del budget e fatti affiancare in questa azione di marketing. Se non sai chi scegliere, contattami subito e ti spiegherò come posso aiutarti!

Oppure puoi decidere di fare da solo e continuare a fare tentativi perdendo tempo e molto probabilmente anche soldi. Se decidi di affidarti a me, la realizzazione dei contenuti sarà fatta da esperti Copywriter che sapranno come mettere nero su bianco le tue qualità e il tuo posizionamento.

Scrivere per vendere è forse una delle azioni di marketing più difficile, devi saper usare angoli d’attacco, utilizzare leve emozionali, scrivere bene e fare un ottimo lavoro di ricerca e analisi. Questo significa tempo, risorse, soldi e forse commettere errori che allontano le persone dalla tua azienda.

Questo non deve succedere! Ecco perché devi scegliere chi fa questo di lavoro. Inoltre, se i contenuti realizzati non producono risultati, ti rimborsiamo tutto l’importo investito. Chiaro e trasparente.

Clicca qui e scopri la mia personale strategia SOCIAL FUNNEL MARKETING: La prima strategia che utilizza contenuti persuasivi per vendere e trovare clienti sui social con la formula Soddisfatti o Rimborsati al 100%.

Partiamo da un dato di fatto: creare contenuti di qualità richiede tempoMa con il metodo giusto, può servirne molto meno e quindi ti permette di risparmiare ottenendo maggiori risultati!

Chiediti: Meglio perdere tempo e soldi nel diventare un esperto che scrive per vendere? Oppure affidarsi a chi fa questo di lavoro e ottenere risultati subito e con la possibilità di risparmiare rispetto al fai-da-te? Sono certo che saprai scegliere il meglio per la tua attività o azienda.

Che la Forza dei Contenuti Sia Con Te!

Ti aspetto al prossimo articolo, Giando 🙂