Prova a fare un esperimento social, prendi i migliaia di like, share, reazioni e portali in banca. Secondo te ti daranno retta? Ecco quanto valgono queste metriche oggi: ZERO.

I tuoi post non hanno molti like e tu te ne fai un problema? Allora stai sbagliando analisi. Crei contenuti solo per avere reazioni e commenti? Allora stai sbagliando strategia social.

Lo so, è piacevole vedere i post con tanti like, tante reazioni e tanti complimenti da utenti che guardano queste metriche per poi comprare da altri. Perfino i social hanno capito l’inutilità di alcune metriche e dei danni collaterali che possono portare all’imprenditore e all’utente.

Ma prima fatti spiegare cosa sono queste “Vanity Metrics”.

Le “Metriche della vanità” sono dei parametri con cui viene valutata l’efficacia di un post pubblicato su Facebook o sponsorizzato… ma che sono totalmente inutili ai fini di un’analisi concreta.

Perché sono inutili?

Semplice. Si analizzano like, condivisioni e commenti di un post e se ne decreta l’efficacia a seconda della quantità di questi tre elementi. In sostanza: se ha tanti like, bene mentre se ha pochi like, male.

Il problema è che non c’è alcuna correlazione tra like, commenti ecc. e quanto quel post o sponsorizzata ti ha fatto guadagnare!

Lo stesso Facebook ha deciso di rimuovere alcune Vanity Metrics proprio perchè hanno capito che sono dannose. Su Instagram per esempio sono scomparsi i like. Molto presto anche YouTube rimuoverà il sistema di views come lo conosciamo oggi.

Questo significa che impostori e “compratori” di Vanity Metrics hanno i giorni contati. Finti influencer, pseudo esperti di social dovranno trovarsi un nuovo lavoro. Chi ne beneficia in tutto questo? Gli imprenditori e gli utenti dei vari social.

Vincerà chi davvero produce e mostra “valore”, verrà premiato chi davvero ti offre qualità e quantità e non gente che inganna gli utenti comprando dati inutili.

Purtroppo queste metriche inutili hanno ancora valenza per molti utenti. Io spesso pubblico post del mio blog sui Social che raccoglie qualche like o reazione, ma che in sostanza mi porta mediamente migliaia di persone sul sito e diverse richieste di consulenze o preventivo.

Mi pongo alcune domande: Se ho migliaia di follower e zero like, a cosa serve? E se ho centinaia di like ad un post ma non ho conversioni, che cosa me ne faccio? Per fare un esempio, questa domanda richiama un pò quella che in molti si fanno sulle strategie social di brand come Taffo: post virali che sfruttano (il più delle volte ma non sempre) l’instant marketing, numeri strepitosi e plauso generale sui social…ma poi, questi numeri si traducono in vendite? E come verificarlo in modo scientifico?

Quasi sempre queste azioni sui social servono più alle agenzie che al cliente (che paga la celebrità di altri).

Nelle settimane scorse ho pubblicato un post dove spiegavo il perchè l’instant marketing usato da Taffo non funziona (secondo me ovviamente), in uno dei tanti commenti è stato scritto: “Vuoi insegnare a fare marketing a persone che ricevono migliaia di like, mentre tu ne ricevi una miseria?”.

Questa è stata la mia risposta: “Per fortuna in questo mondo può dire la propria anche chi ha pochi like. Inoltre ti consiglio di prendere i migliaia di like dei post di Taffo e portarli in banca e vedere cosa ti dicono. Oppure puoi provare a pagarci le bollette, ci riuscirai?”.

Ovviamente l’utente non ha più risposto!

Queste affermazioni potrebbero sembrarti banali e scontate. E in effetti dovrebbero esserlo, ma devo ammettere che molte persone cadono spesso in questo tranello, pur essendo coscienti di questa dinamica.

Ora ti sorprenderò, anche io ero in questa lista.

Mi è capitato diverse volte di vedere annunci con valanghe di like e commenti, per poi pensare all’istante che fosse un’ottimo post. Ma poi ho iniziato a capire che quasi sicuramente i post o le sponsorizzate con poche interazioni performano di più in termini di vendite o clienti.

Quindi se ti capita un post sponsorizzato con tanti like e altri con pochissime interazione, quasi sicuramente quella che devi analizzare bene è quella con pochi like.

Partendo da questa leva psicologia, cioè se un post ha tanti like sta funzionando, diverse agenzie o consulenti stanno spillando soldi a tanti imprenditori con la promessa di vedersi sotto i propri post valanghe di like, condivisioni e commenti.

Ma qual è il pericolo di queste Vanity Metrics?

Quasi sempre vengono realizzati post per piacere a Facebook, in modo da generare like, commenti e condivisioni.

Di per sé questo non è problema, anzi, tuttavia questo non dev’essere l’unico criterio con cui creare i tuoi post o inserzioni. Perché il rischio è quello di dimenticarsi l’obiettivo finale di quest’ultimo, ovvero… farti vendere o trovare clienti.

Quindi Meme ironici o post creativi piacciono a Facebook e totalizzano migliaia di reazioni ma portano quasi sempre zero clienti e zero vendite.

Ti faccio un esempio. Sto vendendo da circa 2 anni il mio personale calendario per creare 1 post al giorno sui Social. Avrà totalizzato 10 like, ma vende circa 12 copie al giorno. Davvero un grande risultato.

Quindi apri gli occhi e non farti abbindolare da queste metriche “inutili” che possono trarti facilmente in inganno, anche se ne sei pienamente cosciente (come lo ero anche io).

Lo dico perché spesso è l’errore principale che vedo fare a molti “imprenditori inconsapevoli”. Quelli che vengono spesso ingannati da agenzia creative e “social media boh di turno”.

Ricorda, meme e post ironici servono solo a loro per spillarti soldi. Questi signori sono abili nel generare like, condivisioni e commenti, che servono a loro per vendere i servizi a imprenditori incapaci di comprendere l’inutilità di queste azioni di marketing fini a se stesse.

Se vuoi vendere e trovare clienti, non ti serve un Social Media Manager Boh, ma una strategia di marketing a risposta diretta. È l’unica via per convertire e trasformare il tuo investimento sui social in denaro vero, e non in like fasulli come i soldi del monopoli.

Adesso conosci la verità, adesso sai perfettamente cosa devi prendere in considerazione se vuoi sfruttare al meglio i migliori canali per acquisire clienti: I Social.

Se invece fai parte di quella schiera di imprenditori che hanno sviluppato gli anticorpi a creativi e social media boh, e stai cercando qualcuno che ti aiuti davvero a far fruttare i tuoi investimenti su Facebook, Contattami subito e richiedi la speciale consulenza telefonica con me (puoi averla gratis invece che pagare 300€).

Non perdere tempo, mentre tu rifletti i costi di advertising sui social aumentano, la concorrenza si fa sempre più agguerrita e il fattore “velocità” si va a far benedire. Devi essere risoluto/a e capire che ogni giorno che perdi, lo stai regalando al tuo concorrente che ti ringrazia.

Affidami il tuo marketing sui social, se non otterrai risultati ti rimborserò fino all’ultimo centesimo. Contattami e sarò felice di spiegarti come funziona la speciale Garanzia “Soddisfatti nei risultati oppure rimborsati”.

Che La Forza Del VERO Marketing Sia Con te!

Ti aspetto al prossimo articolo, Giando 🙂